Accedi

Accedi

I salumi tipici pugliesi che devi assolutamente assaggiare

5/5 (14)

Un viaggio tra i salumi tipici più buoni della Puglia

La Puglia è una meta molto ricercata dai turisti e dai cultori del buon cibo per la qualità e la variabilità del suo patrimonio enogastronomico. Proprio per questa estrema diversità, che può portare ad una non facile scelta, Terra che Vive vuole proporti una selezione dei migliori prodotti tipici pugliesi così da poterli assaggiare e, perché no, portarli con te al rientro dalle vacanze. Un souvenir gustoso che ti ricorderà i sapori di questa meravigliosa terra!

I salumi e i formaggi, insieme alla pasta, sono prodotti tipici pugliesi che devi assolutamente provare durante il tuo soggiorno in Puglia. Oggi ti parleremo dei salumi.

Ma quali sono i salumi tipici pugliesi più buoni?

1 CAPOCOLLO DI MARTINA FRANCA

È il salume tipico pugliese più conosciuto e apprezzato, sempre presente nelle migliori ricette locali. Viene prodotto utilizzando la parte cervicale del suino e, successivamente, affumicato con la corteccia del Fragno, un tipica quercia della Puglia.
Noi consigliamo di gustarlo appena tagliato, accompagnato solamente da un tarallo e da un bicchiere di buon vino rosso come il Primitivo di Manduria. Così potrai apprezzare tutta la sua bontà ed il suo incredibile gusto.
Contattaci se vuoi visitare il luogo in cui dove viene prodotto il Capocollo di Martina Franca, ti consiglieremo un tour con degustazione nel cuore dell’incantevole Valle d’Itria.

salumi tipici pugliesi da assaggiare
Il capocollo di Martina Franca

2 SALAME PUGLIESE

La sua forma tradizionale ricorda una staffa o un ferro di cavallo mentre il suo sapore è pura bontà pugliese. Il salame pugliese, dolce o piccante, è un altro dei prodotti tipici più apprezzati della norcineria locale. Non manca mai nei taglieri dei ristoranti o nei banconi delle salumerie locali. Oltre che con il taglio più fine, viene anche lavorato a punta di coltello ottenendo così una grana più grassa e meno regolare.
Se vuoi assaggiare questo squisito prodotto abbiamo l’esperienza giusta per le tue papille gustative: Degustazione di prodotti tipici in un’antica salumeria di Alberobello.

3 SOPPRESSATA DI MARTINA FRANCA

Durante le degustazioni molti turisti, tra un boccone e l’altro, ci chiedono “qual è la differenza tra il salame e la soppressata?”. Sono entrambi salumi tipici pugliesi molto simili tra loro, ma le differenze principali sono la forma ed il taglio di carne utilizzato. La soppressata ha una forma più schiacciata mentre il salame ha la piegatura classica a forma di staffa. Inoltre il taglio di carne utilizzato, pur essendo sempre di suino, per la soppressata è più magro e viene fatto rigorosamente a punta di coltello. Per il salame invece si usano tagli meno magri e si aggiunge sempre una percentuale di grasso.
Anche la soppressata di Martina Franca ha la doppia variante dolce e piccante, per soddisfare tutti i tipi di palato.
Terra che Vive ha l’esperienza giusta da consigliarti per degustarli entrambi, magari in una location tipica come una masseria, il luogo ideale dove produrli.

4 SALSICCIA A CATENA

Nella lunga lista dei migliori salumi tipici pugliesi non poteva mancare la salsiccia a catena dalla inconfondibile forma (sembra una proprio una catena!) e sapore. Gustosissima come antipasto o spuntino, talmente tenera da poter essere mangiata a morsi.
Consigliamo di abbinarla ad un bicchiere di vino dal gusto corposo come un Susumaniello, un vitigno autoctono pugliese molto diffuso in Salento e in Valle d’Itria.

5 PROSCIUTTO CRUDO DI FAETO

Chi pensa che il prosciutto crudo venga prodotto solo in Emilia Romagna? Sui monti della Daunia, nella parte settentrionale della Puglia, nasce una chicca gastronomica pugliese di eccellenza: il Prosciutto crudo di Faeto. Il clima fresco e ventilato di questa zona della Puglia permette una lunga stagionatura (di circa 1 anno) e conferisce al prosciutto un sapore eccezionale, che non ha nulla da invidiare ai suoi cugini più famosi emiliani.

6 GUANCIALE DI FAETO

Il guanciale è un taglio preso dalla gola del maiale che ha una componente magra ed uno strato di grasso molto pregiato. La Puglia ha anche in questo caso un suo prodotto tipico come il Guanciale di Faeto, prodotto sui Monti Dauni utilizzando suini neri che popolano questo lembo di terra. Viene spesso pepato ed è ideale da utilizzare come condimento in svariate ricette tipiche pugliesi.

7 LARDO DI FAETO

A differenza del guanciale, il lardo viene ricavato dal dorso del maiale. Quello di Faeto ha un sapore delizioso, dolce e molto delicato al palato. La sua ricetta tradizionale lo vuole aromatizzato con pepe nero ed alloro, spezie che gli conferiscono un odore incredibilmente invitante.
Consigliamo di gustarlo su un pezzo di pane di grano duro Senatore Cappelli leggermente riscaldato.

migliori prodotti tipici pugliesi
Taglieri di salumi e formaggi pugliesi

Cosa aspetti? Vieni a gustare i salumi tipici pugliesi

Il nostro gustoso viaggio tra i salumi tipici da non perdere durante un soggiorno in Puglia è arrivato alla fine. Se siamo riusciti a stuzzicare il tuo appetito o la tua semplice curiosità ti invitiamo a contattarci. Risponderemo con piacere alle tue domande e magari organizzeremo una degustazione con tutti questi squisiti prodotti d’eccellenza della gastronomia pugliese.

La nostra amata terra di Puglia, terra che vive!

Vieni a viverla anche tu, ti aspettiamo!

Valuta questo articolo

Questo sito web utilizza i cookie per fornire all'utente una migliore esperienza di navigazione. L'installazione degli stessi avviene in conformità a quanto previsto dal provvedimento n. 229 dell'8 maggio 2014 del Garante per la protezione dei dati personali. Informativa sulla Privacy e sui Cookie. Se acconsenti alla loro installazione, clicca su "Accetto cookie".