Accedi

Accedi

La mostra fotografica “Kurt Cobain ed il grunge: storia di una rivoluzione” al Museo Archeologico Nazionale di Taranto

5/5 (8)

Quante volte un appassionato di musica rock avrà ascoltato il pezzo Smells like teen spirit dei Nirvana? Quante persone avranno alzato al cielo il loro grido di protesta ispirati dalle melodie urlate da Kurt Cobain? Chi, guardando l’azzurro dei suoi occhi, si sarà chiesto se per togliersi la vita a 27 anni ci vuole più coraggio o disperazione?
Quelle canzoni, le emozioni e un pezzo di storia del rock saranno esposte al Museo Archeologico Nazionale di Taranto durante la mostra “Kurt Cobain ed il grunge: storia di una rivoluzione” dal 7 al 10 giugno 2018.

Rock and grunge: da evasione a leggenda

Dall’isolamento offerto dalla volta di un ponte della sua città natale, Aberdeen, ad essere voce di milioni di fans dando così vita ad uno dei movimenti musicali più importanti della storia del rock: il grunge.
Kurt Cobain da Seattle, luogo il cui questo nuovo genere musicale ebbe vita, fino a Taranto, città che in comune hanno il mare e la voglia di riscatto di tantissimi giovani.
Della costellazione grunge localizzata su Seattle e composta dai Nirvana, dai Pearl Jam e dai Soundgarden, quella di Kurt Cobain è stata la prima band a brillare più intensamente delle altre alimentata dal fuoco del loro talento. Ma quell’artistico fulgore dei Nirvana è stato il primo a spegnersi per lo scontro con la meteora rappresenta da quel mondo reale con il quale Cobain ha sempre avuto difficoltà a relazionarsi. Destino condiviso, nel recente 2017, da Chris Cornell leader dei Soundgarden. Entrambi i musicisti hanno messo volontariamente fine alle loro vite suicidandosi.

Nirvana grunge mostra taranto
Nirvana in uno scatto di Charles Peterson


© CHARLES PETERSON

L’esposizione al Marta di Taranto

La mostra intitolata “Kurt Cobain & Il Grunge: storia di una Rivoluzione” sarà esposta al Museo Archeologico Nazionale di Taranto, città della Puglia intrisa di storia: colonia spartana e tra le più importanti della Magna Grecia, successivamente sito strategico durante l’impero romano, fino a diventare porto tattico di importanza militare al punto da essere bombardata durante la seconda guerra mondiale.

Il Marta, insieme al famoso Castello Aragonese, è considerato uno dei simboli di Taranto ed è uno tra i più importanti musei non solo della Puglia ma d’Italia grazie alle sue variegate esposizioni tra cui i famosi “Ori di Taranto”.

Durante l’esposizione fotografica sarà possibile osservare i Nirvana dagli obbiettivi dei fotografi Michael Lavine e Charles Peterson. Ben 78 scatti, di cui 6 completamente inediti, ripercorrono le origini della band di Seattle, i momenti più salienti dei loro concerti, i servizi fotografici fatti per le riviste.
Le fotografie di Michael Lavine sono considerate la memoria dei momenti più importanti della carriera dei Nirvana mentre quelle di Charles Peterson ne conservano la memoria storica, la loro evoluzione fino alla consacrazione come band tra le più influenti della storia del rock.

Nirvana Michael Lavine esposizione mostra grunge
I Nirvana immortalati da Michael Lavine


© MICHAEL LAVINE

La nostra amata terra di Puglia, terra che vive!

Vieni a viverla anche tu, ti aspettiamo!

L’INGRESSO ALLA MOSTRA È COMPRESO NEL COSTO DEL BIGLIETTO DI INGRESSO AL MUSEO:

Le tariffe:

  • Costo biglietto d’ingresso al museo 8,00 €
  • Costo del biglietto d’ingresso al museo ridotto 4,00 €
  • Ingresso gratuito fino a 18 anni
  • Prima domenica di ogni mese ingresso gratuito per tutti

GIORNI ED ORARI DI APERTURA DEL MUSEO:

Il Museo è aperto tutti i giorni:

  • dal lunedì alla domenica dalle ore 8,30 alle ore 19,30

La chiusura della biglietteria è prevista alle ore 19,00 e l’uscita dalle sale espositive alle ore 19,15.

PER PRENOTAZIONI ED INFORMAZIONI:

Tel./fax: 099-4538639
Centralino: 099-4532112
E-mail: prenotazioni@novaapulia.it

Valuta questo articolo

Questo sito web utilizza i cookie per fornire all'utente una migliore esperienza di navigazione. L'installazione degli stessi avviene in conformità a quanto previsto dal provvedimento n. 229 dell'8 maggio 2014 del Garante per la protezione dei dati personali. Informativa sulla Privacy e sui Cookie. Se acconsenti alla loro installazione, clicca su "Accetto cookie".